Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e San Salvatore
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 686005
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO SERRA DEL MONTE - FABBRICA CURONE

103

Zona
Settore 1 - Tortona e la Val Curone

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 232.01 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 11.27 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 37.16 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 151.32 kb)

Il percorso costituisce un tratto del lungo itinerario denominato “La Via del Mare” che unisce Tortona a Capanne di Cosola e scende poi in Liguria fino a giungere a Portofino, con uno sviluppo di oltre 100 chilometri.

Per quanto riguarda il territorio della nostra provincia il percorso è suddiviso in cinque tappe:
1.       sentiero 101   Tortona – Volpedo
2.           “      102   Volpedo – Serra del Monte
3.           “      103   Serra del Monte – Fabbrica Curone
4.           “     104    Fabbrica Curone – Selvapiana
5.           “     105    Selvapiana - Capanne di Cosola
 
 
 
Nei pressi del piccolo paese di Serra del Monte termina  il sentiero 102 e inizia il sentiero 103: quest’ultimo attraversa l’abitato e arriva  ad una piccola fonte, prosegue in salita su asfalto per circa 3 km passando tra i boschi che ricoprono le pendici del Monte Penola; la strada è sulla linea di confine tra la provincia di Alessandria e quella di Pavia e quando giunge in corrispondenza dell’Agriturismo ”Cà del Monte” offre stupendi scorci panoramici sui rilievi dell’Appennino.
Dopo aver oltrepassato l’agriturismo si continua su asfalto fino a giungere in corrispondenza di un bivio, dove bisogna tenere la sinistra proseguendo su strada inghiaiata in direzione dell’Osservatorio Astronomico; si giunge ad un bivio dove bisogna tenere la destra e proseguire in leggera salita tra i boschi di roverella (Quercus pubescens) e i cespugli di ginepro (Juniperus communis).
In breve si giunge ad un successivo bivio, dove bisogna tenere sempre la destra e scendere leggermente di quota transitando nell’area archeologica del Guardamonte (748 mt.); siamo alle pendici del Monte Vallassa, in un’area situata sullo spartiacque tra la Valle Staffora e la Val Curone, ricca di reperti archeologici e di resti fossili.
In questa parte del territorio si instaurarono anticamente alcune tribù di Liguri, che sfruttarono le grotte presenti come rifugi; in seguito eressero delle capanne adibite a ricovero e successivamente fortificazioni solide e resistenti, fino a formare un “castelliere d’altura”. La zona è ricca di reperti fossili, di manufatti in terracotta e sono presenti i resti di un rudimentale villaggio fortificato.
Dopo aver oltrepassato l’Agriturismo Guardamonte il tracciato prosegue su asfalto, gira a destra e scende verso la strada comunale; dopo aver svoltato a sinistra si continua su asfalto per ulteriori 500 mt. fino ad arrivare in corrispondenza dell’indicazione stradale del paese di Bagnaria, dove bisogna svoltare a destra, abbandonare la strada comunale e continuare su sterrato.
Il sentiero procede tra i boschi di roverella scendendo repentinamente di quota e seguendo sempre la linea spartiacque tra la Valle Staffora e la Val Curone fino ad arrivare al Passo della Caiella (531 mt.); a quest’incrocio si prende a sinistra e si prosegue in un’area caratterizzato da un rimboschimento a pino nero (Pinus nigra).
Si prosegue in provincia di Pavia sul sentiero che segue la dorsale boschiva, in un ambiente ora dominato dal castagno (Castanea sativa) e con continui saliscendi si raggiunge la zona denominata “ Pian del Lago” caratterizzata dalla presenza di ampi acquitrini; dopo aver affrontato una ripida, ma breve salita si giunge su un’ampia carrozzabile e ci si ritrova in un ambiente di quota, più aperto tra ginepro, roverella e orniello (Fraxinus ornus).
Dopo aver oltrepassato le pendici del Monte Brugi ed affrontato una breve salita si arriva al punto panoramico della Colletta (570 mt.), da qui il sentiero prosegue sulla linea di crinale e dopo aver oltrepassato due bivi, dove bisogna tenere sempre la destra, si scende verso il rio Castagnola; dopo averlo guadato, si risale su una carrozzabile fino alla frazione di Castagnola (664 mt.), caratterizzata da splendide costruzioni in pietra.
Si costeggiano le prime case dell’abitato e nei pressi di una piccola piazzetta si svolta a destra, seguendo l’asfalto in discesa e dopo 200 mt. si devia a sinistra su uno sterrato, che incomincia a risalire dolcemente sulla collina; in corrispondenza di un grande salice si svolta a sinistra e superato un ripido tratto si prosegue su una comoda mulattiera che consente ampie vedute sulla dorsale appenninica dell’alta Val Curone.
Si prosegue in leggera salita e si giunge in corrispondenza del Bric del Pusone, per poi incominciare la discesa verso il paese di Fabbrica Curone su un bel sentiero di crinale tra roverelle, ornielli e pini neri;  questo tratto del sentiero è molto panoramico, ma bisogna prestare attenzione ad alcuni passaggi con forte pendenza.
Al termine della discesa si incrocia la SP 111, dove bisogna svoltare a destra e dopo 300 mt. si trova l’incrocio con la SP 100; si svolta a sinistra verso Fabbrica Curone (479 mt.) e dopo 400 mt. si giunge alla millenaria Pieve del paese, dove termina il nostro percorso e nei cui pressi parte il sentiero 104.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
15,46 km

Tempo
5 Ore


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 692.07 kb)

Allegato 1: Partenza a Serra del Monte
Partenza a Serra del Monte

Allegato 2: Il primo tratto del percorso
Il primo tratto del percorso

Allegato 3: Cà del Monte
Cà del Monte

Allegato 4: L’osservatorio astronomico
L’osservatorio astronomico

Allegato 5: Un tratto del sentiero
Un tratto del sentiero

Allegato 6: Località Guardamonte
Località Guardamonte

Allegato 7: Veduta panoramica
Veduta panoramica

Allegato 8: Passo della Caiella (mt. 531)
Passo della Caiella (mt. 531)

Allegato 9: La Colletta (mt. 570)
La Colletta (mt. 570)

Allegato 10: Primavera in Val Curone
Primavera in Val Curone

Allegato 11: Guado sul Rio Castagnola
Guado sul Rio Castagnola

Allegato 12: Costruzioni in pietra alla frazione Castagnola
Costruzioni in pietra alla frazione Castagnola

Allegato 13: Il sentiero nei pressi del Bric del Pusone
Il sentiero nei pressi del Bric del Pusone

Allegato 14: Verso Fabbrica Curone
Verso Fabbrica Curone

Allegato 15: Discesa sui calanchi
Discesa sui calanchi

Allegato 16: La Pieve di Fabbrica Curone
La Pieve di Fabbrica Curone